Vienna in due giorni

Vienna, Castello di Schönbrunn

Una città ricca di storia e atmosfera


Vienna in due giorni, si può fare? In questo articolo cercheremo la risposta a questo dubbio amletico e vi mostreremo cosa visitare e fare durante un weekend nella capitale d’Austria. C’è molto da vedere, ce la faremo?

La capitale dell’Austria è una città ricca di storia e arte, vi si respira un atmosfera romantica che in un momento ti riporta ai fasti imperiali e alla sofferta e tanto romanzata vita della Principessa Sissi.

E’ il mese di febbraio del 2020, in particolare il weekend di San Valentino,  e Andrea a sorpresa mi regala un weekend a Vienna! Acquista in un battibaleno il biglietto aereo e prenota un hotel vicino al centro città.

VIAGGIO E TRASFERIMENTO DALL’AEROPORTO

Dopo un volo di 1 h e 30 da Milano, atterriamo alle 22.00 del venerdì sera all’aeroporto di Vienna. Qui troviamo diverse soluzioni per raggiungere la città, adatte ad ogni necessità e tasca:

City Airport Train (CAT)

La nostra scelta. E’ il collegamento più veloce da e per il centro di Vienna e raggiunge il centro in soli 16 minuti! Si acquista il biglietto subito fuori dal Gate in aeroporto – molto comodo. Il biglietto a/r ad oggi (settembre 2023) ha un costo di 24,90 euro. Il vantaggio del CAT è la possibilità al ritorno di fare il check-in alla fermata Wien-Mitte nel centro di Vienna, prima di salire in treno e quindi poi imbarcarsi direttamente in aeroporto.

Ferrovia e S-Bahn

Le alternative più convenienti sono i Railjet ÖBB e l’S-Bahn (LINEA S7), che arrivano a tutte le principali stazioni ferroviarie di Vienna e danno accesso alla metropolitana. I treni partono ogni 30 minuti e il tempo di percorrenza è di circa 25-30 minuti, solo un po’ di più rispetto al CAT.

Autobus

Le Vienna Airport Lines collegano l’aeroporto con hub importanti (Westbahnhof, Rathaus, Schwedenplatz, Kagran). Si può scegliere di arrivare alle stazioni Wien Mitte, Rathaus o Wien West e queste sono direttamente collegate alla metropolitana come agli altri trasporti pubblici della capitale federale.

Taxi

I centri radio di Vienna (31300, 40100 e 60160) offrono un servizio aeroportuale al prezzo fisso di 36 € previa prenotazione. Ma se sali su un taxi direttamente all’aeroporto, ti verrà addebitato un costo in base alla durata del viaggio e alla distanza percorsa (tassametro). Questo può costare circa 40-50 €.


DOVE DORMIRE

Abbiamo alloggiato allo  Starlight Suiten Hotel Wien Salzgries. In centro, non lontano dal complesso di Hofburg, ma nello stesso tempo una zona abbastanza tranquilla e molto ben collegata con i mezzi pubblici. E non da poco per noi… una buona colazione! Però ad oggi, settembre  2023, l’attività sembra essere stata chiusa.


COSA VEDERE

1° giorno:

Complesso di HOFBURG

Dopo una prima passeggiata serale in centro, il sabato mattina iniziamo di buon ora il nostro tour con il maestoso complesso di HOFBURG, palazzo imperiale oggi residenza del Presidente austriaco. Il complesso occupa una superficie enorme e include gli Appartamenti Reali, la Scuola di Equitazione Spagnola, il Museo di Sissi, il Museo delle Argenterie e la Biblioteca nazionale austriaca. Non avendo il tempo per una visita completa, ci concentriamo sugli Appartamenti Reali e sul museo di Sissi e acquistiamo la visita con audio guida che ci accompagnerà per 2 ore, narrandoci la storia ed i segreti della vita ai tempi dell’impero asburgico. Completata la visita, siamo decisamente affamati e cerchiamo un ristorante dove assaggiare le specialità del luogo.

Pranzo

La nostra scelta ricade sul pittoresco ristorante ungherese ILONA STÜBERL , a due passi da Stephansplatz in un tranquillo vicolo in pieno centro. Andrea assaggia una Wiener Schnitzel, o cotoletta viennese, ed io opto per un Gulasch, entrambi accompagnati da un’ottima birra! Mai mangiato un Gulasch così buono!

Graben

Dopo pranzo cerchiamo di smaltire con una bella passeggiata lungo il Graben, la strada dello shopping di lusso nella quale si trovano numerosi ristoranti e caffè, boutique di livello alto ed edifici storici. Ed è qui che possiamo ammirare una delle opere d’arte scultorea più famose di Vienna, la Colonna della Peste, una colonna votiva eretta dopo la peste del 1679.

Biblioteca Imperiale

Dopo avere rimirato le vetrine delle boutique distribuite lungo la principale via pedonale del centro, riprendiamo il nostro tour di Vienna visitando la BIBLIOTECA NAZIONALE AUSTRIACA. Questa è una delle biblioteche storiche più belle d’Europa grazie alla sua meravigliosa cupola affrescata del 1700 e la più ricca d’Austria. Qui si respira la storia e il tempo passa senza accorgersene.

Ma siamo qui anche per provare i prodotti tipici della città ed il nostro pensiero (quello di Andrea soprattutto 🙂 ) va al celebre dolce conosciuto in tutto il mondo : la SACHER TORTE!

Hotel Sacher

Decidiamo di assaporarla nel luogo in cui è stata originariamente creata nel 1832, L’HOTEL SACHER, nel quale è ancora preparata come da sua ricetta originale. Inoltre, essendo situato in posizione strategica di fronte al Palazzo dell’Opera, al museo Albertina, a due passi dalla via pedonale che porta al Duomo, è il luogo ideale per il nostro assaggio. Con entusiasmo corriamo a fare la coda e, dopo un pò di attesa, finalmente assaporiamo un buon caffè e la celeberrima torta, immergendoci nell’elegante e raffinata atmosfera da caffè viennese dei tempi antichi.

Curiosità: in questo hotel vengono prodotte ben 360.000 torte all’anno!

Ora che siamo addolciti, decidiamo di riposarci un pò e saliamo sul TRAM 1 che percorre la Ringstrasse. E’ un grande viale circolare, dove ci sono gli edifici più importanti della città: il Comune, la Borsa, il Parlamento, il Burgtheater, l’Università.

Hundertwasser Haus

Dopo aver visto tanti edifici importanti comodamente seduti, in 20 minuti arriviamo a HUNDERTWASSERHAUS, un bosco di case allegre e vivaci, dalla forma decisamente speciale, una vera e propria opera architettonica. Questo complesso di case popolari è stato realizzato nel 1986 dall’architetto Friedensreich Hundertwassernel con lo scopo di portare un pò di allegria nelle vite dei cittadini meno abbienti del quartiere. Per questo motivo ci troviamo di fronte ad un tripudio di ceramiche vivaci, giardini pensili e linee arrotondate. Purtroppo le case all’interno non sono visitabili, ma  il quartiere, unico nel suo genere, è da non perdere.

Il Prater

La nostra lunga giornata termina con il PRATER, il parco d’attrazioni più antico del mondo. Qui si trova la famosissima ruota panoramica, in funzionamento fin dal 1897. All’interno del parco, oltre alle attrazioni, ci sono diversi bar e ristoranti tra cui scegliere per cenare. Noi, provati dalla giornata, torniamo in albergo e ci addormentiamo in un batter di ciglia!

2 ° giorno:

Schönbrunn

Il secondo giorno lo dedichiamo in buona parte alla visita del castello di SCHÖNBRUNN, la fastosa residenza imperiale estiva. Si trova fuori Vienna e per raggiungerlo prendiamo la metropolitana U4, scendendo alla fermata Schönbrunn. Per visitare la reggia ci sono diverse opzioni disponibili. Vi consigliamo di consultare il sito prima della vostra visita, per scegliere il tour che più vi si addice, e prenotare online per non rischiare imprevisti una volta arrivati in loco. Noi optiamo per il Gran Tour con audio guida per poter visitare l’intero piano nobile del palazzo con le sue sfarzose sale in stile rococò. Dopo esserci riempiti gli occhi di bellezza, ci dedichiamo alla visita dei vasti giardini per poi tornare verso il centro città.

Duomo

Si avvicina il momento della partenza, ma non possiamo mancare la visita al simbolo di Vienna , la cattedrale di Santo Stefano, nel cuore del centro. Il duomo è la chiesa più alta dell’Austria e subito ci mettiamo alla prova salendo i 343 scalini che portano in cima alla Torre Sud, ben 136 metri di altezza! Arrivati sulla sommità ci troviamo di fronte ad una vista mozzafiato: un panorama a 360 ° sulla città e i suoi tetti che rivela tutta la magia della capitale viennese. Non potevamo scegliere modo migliore di salutare Vienna, o meglio di darle l’arrivederci. Resta ancora molto da scoprire, questo per noi è solo un assaggio che ci lascia il desiderio di ritornare presto.

Cafè Central

MA a proposito di assaggi: prima di lasciare definitivamente questa meravigliosa città, facciamo un’ultima merenda al CAFÈ CENTRAL. Questo tradizionale caffè letterario viennese, aperto dal 1876, occupa il pianterreno dello storico Palazzo della Borsa di Vienna e della Banca Nazionale Austriaca. Qui respirando l’atmosfera di un tempo, nel ricordo degli incredibili personaggi che si sono avvicendati ai suoi tavoli, sorseggiamo un buon caffè e degustiamo degli ottimi dolci.

Ora a malincuore è davvero giunto il momento del saluto, ma non prima di avervi dato gli ultimi consigli e tratto le nostre conclusioni.

DOVE MANGIARE

Ilona Stüberl – (ungherese) Indirizzo: Bräunerstraße 2, 1010 Wien Telefono: +43 1 5339029

Hungry Guy – Rabensteig 1, 1010 Wien, Austria

Le merende:

Hotel Sacher – Philharmoniker Str. 4, 1010 Wien, Austria

Caffé zentral – Herrengasse 14, 1010 Wien, Austria

TIPS :

  • Per chi intende visitare numerose attrazioni consigliamo la VIENNA PASS.
    Permette di esplorare la città con i bus Hop on hop off, offre una APP guida e una Travel Card opzionale per i trasporti pubblici.
  • Se vi trovate in centro in tarda mattinata, recatevi in Hoher Markt, la piazza più antica di Vienna, non lontana dal Duomo di Santo Stefano. Li assisterete al particolare show dell’Ankeruhr, un bellissimo orologio carillon in stile Liberty che ogni giorno a mezzogiorno regala uno spettacolo molto caratteristico, accompagnato da tipiche musiche viennesi. E se visiterete la città durante l’avvento, alle 17 di ogni giorno sarà accompagnato da 17 canti natalizi.

IN CONCLUSIONE

Tornando alla domanda iniziale, si può riuscire a visitare Vienna in due giorni e avere una prima impressione generale, visitando alcune delle attrazioni principali. Se vorrete avere una panoramica più completa sarà necessario aggiungere qualche giorno o tornare successivamente quando ne avrete di nuovo la possibilità. E’ una città a portata d’uomo e, se sceglierete un alloggio vicino al centro, potrete visitarne una gran parte a piedi come abbiamo fatto noi. Buona visita!